Bacheca

 

CURIOSITA’ – poesia ironica sui tombaroli mamoiadini (1830 ca)

                                                     CURIOSITA’ DEL PAESE
POESIA IRONICA SUI TOMBAROLI DEL PAESE.
Canzone in sardo di Antonio Giuseppe Mele (autore non conosciuto, come sconosciuta la
nascita e morte) trascritta su un foglio di protocollo e conservata tra i quaderni di Giovanni
Melis, padre del noto Ing. Emanuele Melis. Trattasi di una poesia, più una variante della
stessa, dai toni particolarmente ironici che narra delle devastazione avvenute intorno al 1830
nel sito archeologico mamoiadino chiamato “Perdas Longas”. In quella località vi era eretta la
più grande perda longa di tutta la Sardegna, citata, rilevata e disegnata da vari viaggiatori
del 1800, ad iniziare dal La Marmora. L’autore si scaglia contro l’ingenuità e la dabbenaggine
di certi tombaroli mamoiadini convinti di trovare nel sito archeologico (improbabili) tesori.
CLICCA IL LINK
http://www.mamoiada.org/_pdf/_curios/ComoNoHat.pdf


Condividi su:

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vota su DZone
Condividi su Facebook
Aggiungi a Delicious
DotNetKicks.com
Shout it!
Condividi su LinkedIn
Segnala su Technorati
Condividi su Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)

Catalogati Canti e attitos del 1955

Hussertu

Un grande lavoro di catalogazione è stato fatto dagli appassionati studiosi Andrea Deplano, Gusuino Gregu e Sebastiano Mariani: sono riusciti a catalogare 162 tra canti a tenore, attitos, ninna nanne e poesie registrate nel 1955 a Mamoiada, Fonni, Orgosolo, Orune e Nuoro dall’etnologo ed etnomusicologo Diego Carpitella e dall’antotropologo Franco Cagnetta. Sono preziose e rare registrazioni custodite negli archivi dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. I preziosi reperti sono raggruppati nella “Raccolta 26” che era stata precedentemente catalogata dal curatore degli Archivi di Etnomusicologia di Santa Cecilia Walter Brunetto, ma non vi era sicurezza dei dati trascritti per via degli idiomi dei singoli canti e la grande varietà dei moduli musicali, molto complessi e di difficile individuazione per le persone non esperte. Ora si possono consultare le schede (purtroppo per il momento non l’audio) a questo link:

http://www.andriadeplano.it/La%20raccolta%20026.pdf


Condividi su:

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vota su DZone
Condividi su Facebook
Aggiungi a Delicious
DotNetKicks.com
Shout it!
Condividi su LinkedIn
Segnala su Technorati
Condividi su Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)